I Cenacoli di storia dell’arte


Print Friendly

.

Studi Cassinati, anno 2007, n. 4

Organizzati dall’Associazione Latium Adiectum
Tra comunicazione scientifica e valorizzazione del territoriodi Cinzia Mastroianni

Sabato 22 dicembre 2007 si è chiusa ad Anagni la prima fase dei Cenacoli di Storia dell’Arte, ideati e curati dall’Associazione Latium adiectum: complessivamente otto appuntamenti con sede itinerante (Anagni, Atina, Alatri), pensati come un punto d’incontro tra la conferenza e il salotto intellettuale, tenuti da studiosi che nell’ambito delle proprie ricerche hanno affrontato temi inerenti il Lazio meridionale. Il convivio intellettuale, piacevole ma costruttivo, di umanistica memoria, è la formula comunicativa scelta per veicolare i contenuti dello studio accademico in modo agile e interattivo.
La prima fase della manifestazione, sviluppatasi in tre date, è stata ospitata nell’antico Palazzo Comunale di Anagni.
Sabato 24 novembre 2007, la dottoressa Francesca Romana Moretti ha illustrato il tema “Nella solitudine e nel silenzio. La committenza artistica di una comunità francescana femminile nel XIII secolo: le pitture murali nel coro delle monache di San Pietro in Vineis ad Anagni”. L’esposizione dell’argomento storico-artistico, ancora inedito, è stata arricchita da una performance teatrale in tema, a cura dei maestri Giacomo Zito e Monica Fiorentini, valenti attori di teatro di fama internazionale. Contestualmente, un angolo espositivo ad hoc ha ospitato alcune opere del pittore anagnino Antonio Menenti, in una raccolta dal titolo “Stratificazioni …di muri bianchi”.
Sabato 1 dicembre, la dottoressa Maria Giudici ha relazionato sul tema “L’offerta agli dei. Il thesauros e altri esempi di sacra elemosina”, a cui ha fatto seguito una vivace tavola rotonda, arricchita dagli interventi dei Direttori dei musei civici di Sora, Frosinone e Alatri, e alla quale i presenti hanno partecipato con vivo interesse. Anche questo appuntamento ha ospitato un angolo espositivo finalizzato a dare visibilità ad un artista della provincia frusinate: Fernando Rea ha esposto una raccolta di opere dal titolo “Il convivio degli dei”.
Sabato 22 dicembre, a chiusura della prima fase della manifestazione, la dottoressa Claudia Quattrocchi ha illustrato il tema “Le acque che sono sotto il firmamento. Il paesaggio marino nel sottarco della cripta di Anagni”. È seguito un approfondimento a cura della professoressa Manuela Gianandrea sull’iconografia della sirena, dal titolo “L’immagine della seduzione. La sirena tra mito e arte”. Come negli appuntamenti precedenti, in linea con l’argomento del Cenacolo, l’angolo espositivo ha presentato una raccolta di opere di Fernando Rea e Giovanni Fontana, intitolate “Immagini d’acqua”. Proprio Giovanni Fontana, accompagnato dal maestro Massimiliano Cerroni, ha eseguito una suggestiva performance di poesia sonora dal titolo “Canti”.
Tutti e tre gli appuntamenti hanno visto una viva, interessata e numerosa partecipazione di pubblico, affluito da varie località della provincia ma anche e soprattutto da fuori provincia.
Il pubblico ha mostrato di apprezzare particolarmente la formula dei Cenacoli, rivelatasi capace di fondere comunicazione scientifica molto qualificata (relazioni e approfondimenti a cura dei relatori e degli ospiti intervenuti), valorizzazione del territorio (visite in loco ai monumenti oggetto delle relazioni) e intrattenimento colto (performance teatrali e poetico-musicali in tema) abbinato ad angoli espositivi curati dal critico d’arte Loredana Rea, i quali, creando un ponte tra arte antica e contemporanea, hanno dato spazio e visibilità ad importanti e validi artisti della provincia frusinate.
La stampa cartacea e digitale ha dato ampia risonanza all’iniziativa, sia prima che dopo lo svolgimento di ciascun appuntamento, testimoniando così anche l’interesse dei media nei confronti di una manifestazione innovativa nelle soluzioni e accattivante nei contenuti.
La seconda fase dei Cenacoli di Storia dell’Arte sarà ospitata a febbraio 2008 ad Atina, mentre a marzo sarà Alatri ad accogliere la terza ed ultima terna di appuntamenti.
L’evento, ideato e coordinato dall’Associazione Latium adiectum, si svolge sotto il patrocinio di Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Provincia di Frosinone – Assessorato alla Cultura, APT di Frosinone, Comuni di Anagni, Atina e Alatri, con il supporto della BELF srl di Anagni, il contributo di BancAnagni e Ipermercato PANORAMA di Alatri.

Info: www.latiumadiectum.it; redazione@latiumadiectum.it

(91 Visualizzazioni)