Presentato il libro su Caecilia Paulina di Antonio Morello


Print Friendly, PDF & Email

 

Studi Cassinati, anno 2006, n. 1

Il 4 marzo scorso ad Atina, all’interno del Palazzo Ducale, è stato presentato il libro, curato da Antonio Morello, Diva Cecilia Paulina Pia Augusta, una imperatrice ad Atina e suo marito Massimino I Trace. Storia e monetazione. Il volume, pubblicato a Cassino presso la Tipolitografia “Pontone”, fa parte della collana Historia del Centro di Studi Storici “Saturnia”. Ha collaborato alla realizzazione del libro anche l’Associazione Culturale Italia Numismatica.
Dopo il consueto saluto dell’Amministrazione Comunale, nella persone dell’assessore alla Cultura Fortunato Di Paolo, e una breve introduzione ai lavori dell’avvocato Michelangelo Montesano Cancellara, hanno parlato, nell’ordine, Vincenzo Orlandi, Angela Maria Nardone e Antonio Morello.
Vincenzo Orlandi ha illustrato il patrimonio epigrafico della Valle, che consta di quasi 200 iscrizioni di vario tipo e ha letto l’epigrafe CIL X 5054, una base in calcare conservata fino al 2003 in uno stabile di via Planca e in seguito donata dai condomini al Comune di Atina perché trovasse ubicazione all’interno del Palazzo Ducale, dove è attualmente esposta. La base riporta un’iscrizione onoraria per Caecilia Paulina ed è un documento di notevole interesse in quanto è l’unica fonte che trasmette il gentilizio dell’imperatrice, figura ignorata dalla storiografia e ricordata solo in un’altra iscrizione proveniente da Paestum (priva però del gentilizio) e in alcune emissioni monetali.
Angela Maria Nardone ha dissertato sulla condizione giuridica e sociale della donna a Roma e Antonio Morello ha illustrato la figura dell’imperatore Massimino I detto “il Trace” che fu al potere dal 235 al 238 d.C. Lo studioso ha analizzato le fonti storiografiche relative all’imperatore, la sua condotta politica e militare e, infine, ha illustrato le emissioni monetali riguardanti il sovrano e la sua famiglia.
Nel volume sono presenti i contributi di Vincenzo Orlandi (Il patrimonio epigrafico della Val Comino), Antonio Morello (L’imperatore Massimino I Trace e le sue monete), Katia Pontone (Diva Cecilia Paulina Pia Augusta), Mario Mello (Iscrizione di Paestum in onore di Cecilia Paulina) e Angela Maria Nardone (La donna romana tra Repubblica e Impero). All’interno del libro è inoltre riportata la lettera di consegna dell’epigrafe al comune di Atina firmata dall’avvocato Michelangelo Montesano Cancellara.

Claudia Cedrone

(81 Visualizzazioni)