S. Donato V. C. – Presentato il libro Scuola e istruzione in Valle di Comino nel XIX secolo


Print Friendly, PDF & Email

 

Studi Cassinati, anno 2006, n. 1

di Alessandrina De Rubeis

Sabato 4 marzo 2006, nella sala teatro del comune di S. Donato V. C., è stato presentato il libro Scuola e istruzione in Valle di Comino nel XIX secolo, di Alessandrina De Rubeis, edito dal CDSC onlus. Il lavoro, che consiste in un’analisi dei documenti cartacei relativi alla scuola e all’istruzione nella Valle di Comino nel periodo preunitario e postunitario conservati nell’archivio di Stato di Caserta, fondo Intendenza borbonica, ha riscosso un lusinghiero apprezzamento da parte degli studiosi che hanno relazionato sull’argomento e da parte del numeroso pubblico presente.
Dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura del comune di S. Donato V. C., Carlo Rufo, che ha fatto gli onori di casa, del presidente del Centro Documentazione e Studi Cassinati, Prof. Emilio Pistilli, del presidente dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano (Comitato Provinciale di Frosinone) Prof. Alfredo Viscogliosi e di Tonino Bernardelli, presidente dell’Associazione di promozione sociale Genesi e coordinatore dell’incontro culturale, hanno preso la parola i relatori: Dr. Antonello Antonellis, docente universitario e sindaco del comune di S. Donato V. C.; Dr. Egidio Paolucci, Dirigente scolastico di Sora; Dr. Antonio Pellegrini, Dirigente scolastico S. Donato V. C; Ins. Marilena Sgroia, segretaria del SAM-GILDA di Frosinone.
Il sindaco Antonellis ha posto l’accento sulle problematiche che investono la scuola negli ambiti economico e sociale, evidenziando come gli Amministratori pubblici incontrino ostacoli di natura economica perché possa esservi un perfetto funzionamento della scuola statale. Ha poi sottolineato la frattura che esiste nel Paese per quanto concerne le scelte degli indirizzi universitari, riscontrando che nel meridione d’Italia la popolazione studentesca è ancora orientata verso le materie letterarie e classiche, mentre al nord d’Italia gli studi prediletti continuano a riguardare soprattutto il campo tecnico e scientifico. Il Dr. Egidio Paolucci, esperto di didattica e di legislazione scolastica, prendendo spunto dalla documentazione prodotta nel lavoro della De Rubeis, ha ripercorso le tappe più significative della storia della scuola, soffermandosi in modo particolare sulle figure di due grandi pedagogisti, Enrico Pestalozzi e Maria Montessori, i quali hanno dato una svolta decisiva alla scuola introducendovi un metodo di insegnamento che aboliva l’astrattismo del metodo normale andato in uso per tutto il XIX secolo.
Il Dr. Antonio Pellegrini, studioso ed esperto conoscitore delle problematiche scolastiche, ha integrato la ricerca della De Rubeis con un rapido excursus sulle deliberazioni consiliari, relative alla scuola e all’insegnamento del periodo postunitario, adottate dal comune di San Donato, mettendo in evidenza come il Governo piemontese non avesse apportato alcuna novità in confronto del Governo borbonico.
A chiudere i lavori è stata l’Ins. Marilena Sgroia che, in maniera molto sintetica e incisiva, ha rimarcato quanto sia importante, ancora oggi, che l’istruzione e la scuola restino appannaggio dello Stato e dei cittadini tutti per una garanzia di unitarietà dell’insegnamento su tutto il territorio italiano.
Infine ha preso la parola Alessandrina De Rubeis che, ringraziando i relatori e l’attento pubblico, ha specificato come nel contesto della manifestazione la vera protagonista fosse la Scuola, un mondo che raccoglie adulti e bambini per la formazione di una società sempre più consapevole e libera. La De Rubeis ha espresso il desiderio che l’applauso di tutti fosse rivolto alle genti delle piccole contrade di Terra di Lavoro per la tenacia con cui avevano portato avanti le loro lotte per ottenere una scuola diritto per tutti e non più privilegio per le classi sociali più fortunate.
La manifestazione ha avuto fra il pubblico amministratori comunali e provinciali, studiosi della materia, rappresentanti di qualificate associazioni culturali e del mondo della scuola e l’editore Ugo Sambucci.
Durante i lavori, Lucia Rufo e Fulvio Cocuzzo si sono alternati nella lettura di brani tratti da scritti sulla scuola e dal testo della De Rubeis.
Onde evidenziare la situazione scolastica cominese nei recenti anni Ottanta attraverso le immagini è stata allestita una interessante mostra fotografica di Mario Piselli ed è stato proiettato un DVD realizzato dal Sig. Luciano Caira della Biblioteca comunale di Atina.

Anna Maria Rossi
Associazione Genesi

(84 Visualizzazioni)