Veterani del Reggimento Essex a Cassino


Print Friendly

 

Studi Cassinati, anno 2006, n. 3

A riconoscimento del coraggio e del sacrificio dei soldati del Reggimento Essex che hanno combattuto a Cassino durante l’omonima battaglia, in particolare quelli del 4° Battaglione l’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione Reggimento Essex ha inaugurato il cippo marmoreo con targa ricordo posto ai piedi della Rocca Janula. In quel luogo, dopo la guerra, sepolti dalle macerie dello storico castello, furono trovati i corpi di decine di soldati dell’eroico battaglione che ora riposano nel cimitero del Commonwealth di Cassino.
Nell’inverno del ‘44 in atroci condizioni, il 4° Battaglione Essex fu coinvolto in un duro scontro durante la Terza battaglia di Cassino. Resistettero all’inverno, al bombardamento, ed alla tenace resistenza della 1ª Divisione paracadutisti tedesca per scacciarli da Montecassino. Mentre il 5° battaglione Essex si distingueva più ad est.
Il cippo è dedicato anche a tutti gli altri soldati del Reggimento Essex che hanno combattuto in Italia.
Il programma della cerimonia, svoltasi il 21 settembre a partire dalle ore 10.00, presso la Rocca Janula, ha previsto: Esecuzione di alcuni brani musicali da parte della banda musicale “Minden”, a servizio della Regina; intervento Generale Denis Becket; Benedizione della targa da parte di Padre Jonathan Boardman, cappellano della Chiesa di Tutti i Santi di Roma, Onore ai caduti, da parte del picchetto del Reggimento Roma di Cassino; Pensiero ai caduti del colonnello Geoffrey Breer, presidente del 4° Battaglione Essex; Deposizione di corone. La cerimonia ha avuto un prosieguo anche presso il Cimitero inglese.
Erano presenti, tra gli altri, l’ambasciatore d’Inghilterra in Italia, il sindaco di Cassino, i veterani di guerra del 1° e 4° battaglione del Reggimento Essex, la Compagnia del 1° Battaglione del Reggimento Reale Anglicano (Essex e Hertfordshire) ed il 3° Battaglione del Reggimento Reale Anglicano.
Dal Web Master del sito www.montecassino1944.it

(94 Visualizzazioni)