IL DOPOGUERRA – 1949: Scomunica del PCI


Print Friendly

 

Studi Cassinati, anno 2004, n. 3

I primi anni del dopo guerra italiano furono caratterizzati dal devastante conflitto tra cattolici e marxisti comunisti. Per arginare il rischio dell’avanzata comunista in Italia intervenne anche la Chiesa cattolica con un provvedimento estremo quale fu la scomunica: Pio XII, per evitare la temuta “svolta a sinistra”, il 1° luglio 1949 con un decreto del Santo Uffizio, scomunica chiunque aderisce al Partito Comunista o in qualche modo possa favorirlo o aiutarlo.
Riportiamo qui uno dei tanti manifesti fatti affiggere in quell’occasione.
Erano anche i tempi in cui il PCI si opponeva all’adesione dell’Italia al Patto Atlantico ricorrendo all’ostruzionismo parlamentare.

(57 Visualizzazioni)