Un lettore scrive


Print Friendly

 

Studi Cassinati, anno 2004, n. 4

Sono uno storico dilettante, vorrei darvi un suggerimento, con D.M. 688, del 8 aprile 1948, venne istituito il territorio della battaglia di Cassino. Questo è formato da circa 70 comuni. In ogni comune minimo una persona ha scritto un diario della guerra. Cercate di acquisire questi diari ed avrete una storia vera e vissuta, lontana dalla politica e dalla resistenza. Avrete uno spaccato di vita vissuta da non credere. Certo i giovani non crederanno mai quanto abbiamo sofferto noi che allora eravamo bambini, che siamo cresciuti con il latte in polvere e la farina di piselli che venivano distribuitI dall’UNRA, nei locali comunali.
Vi auguro buon lavoro e spero che quello che fu triste a sopportarsi , sia felice a ricordarsi.
Italo Cicchini- Roma

.
Il suo suggerimento è già da tempo un nostro impegno: infatti abbiamo già dato alle stampe alcuni diari dei sopravvissuti ed altri sono in attesa. Purtroppo abbiamo due ordini di problemi: primo, quello economico, perché per stampare ci vogliono soldi e noi ci finanziamo con le quote associative e le rimesse spontanee di qualche socio (l’istituzione pubblica è pressoché assente); secondo, la ritrosia degli autori dei diari a renderli pubblici; ma a noi già sembra tanto poterne fare un censimento. Dunque facciamo appello a chiunque sia a conoscenza di diari o di memorie personali, scritte o anche registrate, di quei tristi mesi di sofferenze inaudite delle nostre popolazioni a darcene notizia. La storia degli eventi militari ormai è ben nota a tutti; la storia della tragedia di noi civili è ancora tutta da conoscere e da scrivere.
Il Direttore

N. B.Il decreto di cui parla il nostro lettore è il D.L. n. 688 del 2 aprile 1948, in G.U. n. 138 del 16 giugno 1948. Ne riportiamo il testo integrale qui di seguito

(30 Visualizzazioni)