“Qui tutto è silenzio” – Il carrista scelto Aldo Delfino da Cervaro a El Alamein (1920-1942)


Print Friendly

Gaetano de Angelis-Curtis, Cassino 2018.
.

Presentazione

Alamein«Aldo Delfino, poco più che ventenne, fu richiamato alle armi sei mesi dopo l’entrata in guerra dell’Italia. Iniziò l’addestramento militare a Siena come carrista scelto del Regio esercito italiano. Nell’estate del 1942 venne trasferito sul fronte di guerra dell’Africa settentrionale dove perì all’inizio di novembre di quello stesso anno nel corso della terza battaglia di El Alamein.

In un arco temporale di circa ventidue mesi, relativi all’esperienza militare che andava maturando tra addestramento e prima linea, il giovane Aldo scrisse varie lettere [complessivamente 51 pezzi tra lettere, biglietti e cartoline postali], la maggior parte delle quali inviate ai suoi più stretti familiari [madre e fratello] … La lettura di quanto scritto da Aldo Delfino ha spinto a cercare di dare corpo alle vicende vissute, testimoniate e riferite da un giovane ragazzo italiano prima che scomparisse nel vortice di una delle più grandi battaglie del secondo conflitto mondiale».

.

(167 Visualizzazioni)