Montecassino: un secolo di bollettini ufficiali


Print Friendly

.

«Studi Cassinati», anno 2018, n. 1
Scarica il numero di «Studi Cassinati» in pdf

.

di Emilio Pistilli

Il 1° maggio 1911 nacque il Bollettino Diocesano di Montecassino («Il Bollettino pel Clero della Diocesi di Montecassino e Prepositura di Atina»), fondato dal neo abate Gregorio Diamare (nominato il 24 luglio 1910), formato cm 17×24.

Il 1° numero del «Bollettino Diocesano» di Montecassino.

Si rifece agli esempi di precedenti bollettini, di Roma («La Campana di S. Pietro», Bollettino religioso settimanale, Anno 1° – 1874-75) e di Napoli («La settimana Religiosa di Napoli», Periodico religioso scientifico letterario, settimanale nato nel 1898).

Uscì più o meno regolarmente come bimestrale fino alla seconda guerra mondiale.

Nel dopoguerra riprese ad uscire come Nuova Serie col n. 1 del 1946 (formato cm 17×24) ad opera dell’abate Ildefonso Rea, sotto forma dapprima bimestrale, poi trimestrale. L’intento era quello di riprendere la tradizione del precedente dell’anteguerra, ma anche quello di ricucire le varie anime delle parrocchie diocesane scompaginate dalla guerra e che solo allora si avviavano ad una ripresa della vita civile e religiosa.

Questa nuova serie si interruppe dopo 45 anni nel dicembre 1990, quando l’abate/vescovo Bernardo D’Onorio, volendo adeguarsi ai tempi, decise di farlo uscire in una nuova veste, come giornale mensile, formato cm 25×35: il 1° marzo 1991, infatti, fu pubblicato il primo numero di «PRESENZA Xna» come «mensile di attualità e informazione della diocesi di Montecassino». Fu diretto dapprima dal compianto Benedetto Sitari, e subito dopo da Adriana Letta; direttore responsabile Vincenzo Alonzo.

Questo nuovo formato non piacque molto a coloro che si erano abituati al vecchio bollettino, però consentì di ampliare l’ambito della cronaca diocesana con articoli di attualità e foto, che in una seconda fase furono anche a colori.

Il giornale uscì con regolarità per 24 anni fino al n. 10 di ottobre 2014.

L’ultimo numero annunciava la nomina del nuovo abate Dom Donato Ogliari e la nuova geografia ecclesiastica diocesana di «Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo», vescovo Mons. Gerardo Antonazzo. L’antica diocesi di Montecassino si ridusse all’ambito territoriale delle immediate pertinenze dell’abbazia, ora Abbazia Territoriale di Montecassino.

La nuova diocesi non se la sentì di continuare le pubblicazioni di «Presenza Xna», per mancanza di fondi, mi disse il vescovo; si preferì assicurare le informazioni diocesane al web con il sito http: //www.diocesisora.it/istituto/sito-web/.

Neppure l’abbazia di Montecassino raccolse il mio appello di continuare le pubblicazioni del mensile come «Organo della Terra di S. Benedetto».

Si interruppe, così, l’antica tradizione del monaco cronista, che tante preziose informazioni – soprattutto di carattere storico – ci ha dato nel corso dei secoli, dal primo medioevo al sec. XX.

Mi piacerebbe che si riprendesse la pubblicazione di un organo a stampa della Terra di S. Benedetto: sono certo che potrebbe contribuire a tenere ancora saldi i legami storici, religiosi, culturali dei paesi della ex diocesi di Montecassino, che fanno ancora fatica a riconoscersi nel nuovo assetto diocesano.

Il «Bollettino Diocesano» nel dopoguerra.

Il «Bollettino Diocesano» nel dopoguerra.

Il 1° numero di «Presenza Xna».

Il 1° numero di «Presenza Xna».

«Presenza Xna» n. 10 dell’ottobre 2014.

«Presenza Xna» n. 10 dell’ottobre 2014.

.

 

(68 Visualizzazioni)