La Santa Notte del ‘43


Print Friendly

.

«Studi Cassinati», anno 2021, n. 1-2
> Scarica l’intero numero di «Studi Cassinati» in pdf
> Scarica l’articolo in pdf

 

di Gino Salveti

Montecassino
Questo Natale di guerra
Che ha la neve rossa
E i pastori feriti e le culle infrante,
che le pecore dai loro chiusi cacciate
ha disperso,
per noi che a vent’anni
abbiamo fame e sete e desiderio
di padre e madre
e d’amore
e di lacrime di gioia sul ciglio …
questo Natale vestito da tedesco
non fa nascere Dio questa notte.
Soli e vecchi
nella felicità deserta
che la memoria s’inventa,
invano attendiamo che questo brontolio di morte
diventi suono di campana …
che questo odore di pagliaio
odore d’incenso diventi …
e quest’appestata aria
sapore di mandarino!
Montecassino,
questo ventiquattro dicembre
di questa santa notte del Quarantatré,
per noi che abbiamo fame e sete
e desiderio di freddo da riscaldare
non fa nascere Dio.
O forse …
Lo fa nascere soltanto per noi.

.

 Montecassino, 24 dicembre 1943

.

Gino Salveti (1920-1999)

Gino Salveti a Montecassino con il volantino lanciato dagli alleati (www.leggocassino.it).

Gino Salveti a Montecassino con il volantino lanciato dagli alleati (www.leggocassino.it).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

. .

(17 Visualizzazioni)