In memoria di Donato Formisano.


Print Friendly

.

«Studi Cassinati», anno 2021, n. 1-2
> Scarica l’intero numero di «Studi Cassinati» in pdf
> Scarica l’articolo in pdf

 

M28 Formisano 1i rattrista enormemente la perdita di Donato Formisano, Presidente della Banca Popolare del Cassinate, la Banca della rinascita del Cassinate, ma, per me, semplicemente un caro amico: ci legava uno stretto rapporto di reciproca stima: a lui devo la stampa di alcuni miei libri e non gli ho mai fatto venir meno la mia riconoscenza. Più volte mi ha confidato che avrebbe voluto lasciare la sua testimonianza sulle vicende dei tempestosi mesi della guerra nel 1943-44 con la narrazione delle esperienze personali e familiari; e dagli episodi che mi ha narrato posso dire che ne aveva da raccontare. Avrebbe voluto che fossi io a curarne la pubblicazione. Purtroppo per vari motivi non si è riusciti a farlo.

Non sto qui ad enumerare i suoi meriti e la sua preziosa presenza nell’opera della ricostruzione e della rinascita del territorio del Cassinate – non solo Cassino –; altri lo stanno già facendo con profusione di testimonianze. Mi limito a dire che tutto ciò che ha fatto lo ha fatto con amore e per amore della città.

So già che la sua mancanza si farà sentire, tra gli amici e non solo.

Un ultimo rammarico mi resta: non sono riuscito, per la prima volta dopo tanti anni, a scambiarci gli auguri di Natale; ma Lui da Lassù non ne avrà più bisogno, ne sono certo.

Addio caro amico.

                                                                               Emilio Pistilli

.

 

(5 Visualizzazioni)