A spasso nella Storia tra suoni di tromba e papaveri rossi sulla Cavendish Road*


Print Friendly

.

«Studi Cassinati», anno 2021, n. 3
> Scarica l’intero numero di «Studi Cassinati» in pdf
> Scarica l’articolo in pdf

 

locandina2Domenica 26 settembre il Cai Cassino e la sottosezione di San Donato Valcomino hanno organizzato un’escursione sulla Cavendish Road ottenendo la collaborazione delle associazioni «Montecassino e la linea Gustav aps», «Ars Musicandi», «Centro Documentazione e Studi Cassinati», «Cassino per la Pace», la banda musicale «Don Bosco Città di Cassino», la scuola «IIS “Medaglia d’oro Città di Cassino”», il Wojskowy Instytut Wydawniczy (Istituto editoriale militare governativo) di Varsavia e con il patrocinio del Comune di Cassino, del Parco regionale Monti Aurunci, della Regione Lazio e del Corpo Forestale. Percorrendo i sentieri della Cavendish Road sono stati raccontati e illustrati i tragici eventi della Seconda Guerra Mondiale. Molte le voci che si sono susseguite per dare un’eco importante a quello che è un vero e proprio Laboratorio Errante di Pace e Storia. Salvatore Capaldi, studioso di storia locale, ha reso edotti i partecipanti dell’origine del nome Cavendish; nei pressi del Vallone del Dente, grazie a Clino Vallone, si è avuta una sintesi delle armate dei soldati che percorsero quel sentiero. Grazie invece a Riccardo Consales e a Carlo Trelle tutti sono rimasti affascinati e rapiti dalla descrizione dal punto di vista geologico e naturalistico presso la sosta Pozzo Alvito-Terra Rossa.

17_2Il momento più suggestivo è stato l’incontro presso l’Aia di Murro di un gruppo di ragazzi diversamente abili, accompagnati per la prima volta dai soci del CAI, qualificati all’utilizzo della joëlette: è stato bello condividere con loro l’emozione della partecipazione ad un’escursione in ambiente montano.

Si sono susseguiti presso il Carro armato Bialecki, la guida Pino Valente che ha spiegato il motivo ed il significato della presenza del carrarmato e del significato dei papaveri rossi, mentre sulla Cresta della Testa del Serpente i giovani dell’Associazione «Reliquia Belli» hanno illustrato la posizione strategica del luogo durante la Battaglia di Montecassino. Il percorso ha avuto il suo culmine con il puntuale e preciso racconto di Gaetano de Angelis Curtis sugli avvenimenti bellici per la conquista di «Quota 593» seguito dalla declamazione della poesia For the fallen di Binyon da parte di due studentesse dell’«IIS “Medaglia d’oro Città di Cassino”» e dal suono di Tromba della Banda Musicale Don Bosco.

.

* «L’Inchiesta», martedì 28 settembre 2021.

.

Nel corso dell’evento, è stato inaugurato, lungo il tracciato del sentiero CAI 801, il percorso CAI LH29 accessibile ai diversamente abili anche con l’ausilio della «joëlette» una apposita carrozzina idonea a percorsi accidentati donata alla sezione Cai di Cassino.

.

(6 Visualizzazioni)