Piedimonte San Germano 15 ottobre 2023. I cinquant’anni dello stabilimento Fiat.


Print Friendly, PDF & Email

.

«Studi Cassinati», anno 2022, n. 4
> Scarica l’intero numero di «Studi Cassinati» in pdf
> Scarica l’articolo in pdf

.

Il 15 ottobre 1972 usciva dalle linee di montaggio della Fiat di Piedimonte la prima autovettura prodotta nello stabilimento (una 126). Il Centro documentazione e studi cassinati-Aps ha inteso ricordare il raggiungimento di un traguardo così rilevante per tutto il territorio del Lazio meridionale licenziando, attraverso uno dei suoi più attivi soci, Francesco Di Giorgio, un volume specifico nel quale sono state raccolte le tappe fondamentali che hanno portato alla scelta del sito, all’inizio dell’attività lavorativa e le varie vicende che si sono susseguite nei cinque decenni successivi.

Così sabato 15 ottobre 2022, esattamente cinquant’anni dopo l’avvio della produzione, si è tenuto a Piedimonte San Germano un importante evento rievocativo dei cinque decenni di attività dello stabilimento Fiat-Fca-Stellantis. La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Piedimonte San Germano, dal Centro documentazione e studi cassinati, dalla Pro Loco Piedimonte San Germano con i patrocini dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, della Regione Lazio, del Consorzio Industriale del Lazio, dell’ANCI Città dei Motori e così si è svolta:

ore 14:        Raduno ed esposizione di alcune Auto di produzione – Piazza Municipio

0re 15,30:    Inaugurazione Mostra fotografica Associazione Pro Loco Piedimonte S.G.

ore 16:        Consiglio Comunale straordinario aperto

ore 18,00:    Sala del Consiglio Comunale «Bruna Bellavista» –

                  Presentazione del volume di Francesco Di Giorgio

                  Dalla Fiat a Stellantis. 50 anni di evoluzione sociale ed economica del Lazio meridionale 1972-2022

Saluti istituzionali

                  Gioacchino Ferdinandi – sindaco di Piedimonte San Germano

                  Francesco De Angelis – presidente del Consorzio industriale del Lazio

Relatori

                  Gaetano de Angelis-Curtis – presidente Cdsc-Aps

                  Natia Mammone – già deputato al Parlamento

                  Andrea Meccia – giornalista

                  prof. Marco Dell’Isola – Magnifico Rettore Università di Cassino

                  Francesco Di Giorgio – autore

Modera

                  Stefano Raucci – giornalista e conduttore «Radio Radio»

.

Autovetture prodotte nello stabilimento Fiat di Cassino-Piedimonte San Germano, sullo sfondo l’abbazia di Montecassino.

In un data così significativa il Centro documentazione e studi cassinati e l’Amministrazione del Comune sul cui territorio è sorto lo stabilimento, quella di Piedimonte San Germano, hanno inteso dar vita, in sintonia e collaborazione, a una manifestazione che avesse il duplice scopo di ricordare i fatti salienti rievocati nel volume di Francesco Di Giorgio e, allo stesso tempo, di riunire tutti i sindaci del comprensorio del Lazio meridionale, e non solo, per analizzare la situazione odierna e rappresentare le questioni future. Così si è tenuto un Consiglio comunale straordinario aperto con l’ordine del giorno «50° anniversario dell’insediamento dello stabilimento Fiat, crescita economica e occupazionale del Lazio meridionale, prospettive di sviluppo». Nella gremitissima sala consiliare «Bruna Bellavista» erano presenti autorità civili e militari, numerosi amministratori locali e, oltre a Gioacchino Ferdinandi, hanno preso la parola vari sindaci fra cui quello di Frosinone, Riccardo Mastrangeli, quello di Cassino, Enzo Salera, quello di Colfelice, Bernardo Donfrancesco (il decano dei primi cittadini che ha ricordato di essere stato presente all’inaugurazione nel 1972) e perfino quello di Maranello venuto a portare la solidarietà della sua terra.

.

(163 Visualizzazioni)