Montecassino e San Benedetto nella Filatelia Tematica


Print Friendly

.

Studi Cassinati, anno 2010, n. 4

di Alessandro Barbato


Nell’ambito della filatelia, la “filatelia tematica” rappresenta un’area specialistica del collezionismo di francobolli che va ad approfondire e sviluppare un tema, raccontare una storia o un soggetto. Nel tempo, e sopratutto in base alla fantasia ed all’interesse dei collezionisti, sono state sviluppate le più svariate tematiche, attorno a personaggi, vicende storiche, soggetti etc. Questo genere di collezionismo trasversale, che abbandona la sistematicità delle serie o delle annate, è una forma di arte creativa ed è stimolo ad una ricerca sempre più attenta e rigorosa dei materiali necessari per approfondire e completare la propria raccolta. Una applicazione del concetto di filatelia tematica vicina alle tematiche del nostro territorio puó essere rappresentata dal collezionismo di francobolli aventi come raffigurazione il Monastero di Montecassino e San Benedetto.
In questo filone tematico si innestano in maniera significativa le vicende belliche del bombardamento di Montecassino del 1944 e la successiva ricostruzione. Questo articolo riporta in maniera analitica tutte le emissioni filateliche di Italia (dal Regno alla Repubblica, passando attraverso la Repubblica Sociale), Città del Vaticano e Repubblica di San Marino relative a Montecassino ed al suo Fondatore. Per ultimo, vengono segnalate le emissioni postali del Corpo Polacco – operante in Italia durante l’ultimo Conflitto – risalenti al periodo immediatamente post-bellico e quelle del Governo Provvisorio Polacco in esilio, che commemorano l’epica Battaglia di Montecassino.
Italia – Regno, 1 Agosto 1929. Serie: “XIV° Centenario dell’Abbazia di Montecassino”. La serie é costituita da 7 valori complessivi che raffigurano una veduta del Monastero (75 Cent + 15 Cent e 5 Lire + 1 Lira), il Chiostro del Bramante (20 Cent e 1.25 Lire + 25 Cent), la fondazione del Monastero nel 529 d.C. (50 Cent + 10 Cent), la morte di San Benedetto (25 Cent) ed una effigie del Santo con la Regola ed il motto benedettino “Ora et Labora” (10 Lire + 2 Lire). (Fig. 1).
La stessa serie è stata anche utilizzata per le Colonie Italiane con le varie soprastampe:”CIRENAICA”, “TRIPOLITANIA”, “SOMALIA ITALIANA” ed “ERITREA”.
Italia – Repubblica Sociale, Inverno 1944-45. Serie: “Monumenti distrutti”, seconda emissione. La serie, di complessivi 10 valori, è di chiaro intento propagandistico contro la campagna bellica degli Alleati ed è dedicata ai monumenti distrutti dai bombardamenti durante la Guerra Mondiale allora in corso. Tra i valori, spiccano 2 francobolli, rispettivamente da 10 Cent (marrone) ed 1 Lira (violetto) con una veduta aerea del Monastero prima del bombardamento. Accanto all’immagine di Montecassino è la frase: “Hostium rabies diruit” ossia: “La rabbia dei nemici la distrusse”. (Fig. 2).
Italia- Repubblica, 18 Giugno 1951. Serie: “Ricostruzione Abbazia di Montecassino”. La serie, di 2 valori, celebra la ricostruzione allora in corso del Monastero. Nei due francobolli sono effigiate una veduta aerea di Montecassino prima (20 Lire violetto) e dopo (55 Lire azzurro) il bombardamento. Su entrambi i francobolli campeggia la scritta “Succisa Virescit” ossia: “Stroncata, torna a rifiorire” che bene stigmatizza il destino di Montecassino, destinata a risorgere dalle ceneri, come più volte accaduto nella sua storia millenaria. (Fig. 3).
Italia- Repubblica, 21 Marzo 1980. Serie: “XV° Centenario della Nascita di San Benedetto”. La serie è costituita da un unico valore da 220 Lire (azzurro ardesia) e raffigura il Santo nell’atto di consegnare la Regola agli Olivetani. L’immagine è tratta da un dipinto del Sodoma, custodito nel Monastero benedettino di Monte Oliveto Maggiore in Toscana. (Fig. 4).
Italia- Repubblica, 18 Maggio 1994. Serie: “Avvenimenti storici della Seconda Guerra Mondiale, nel 50° anniversario”. La serie celebra, nel cinquantenario, la strage delle Fosse Ardeatine, l’eccidio di Marzabotto e, per l’appunto, la distruzione dell’Abbazia di Montecassino (750 Lire, policromo). Il francobollo riproduce un’immagine dell’Abbazia diroccata vista dalle pendici della montagna di Montecassino. (Fig. 5).
Vaticano – 2 Luglio 1965. Serie: “Proclamazione di San Benedetto Patrono di Europa”. La serie è costituita da 2 valori di cui quello da 40 Lire (marrone) raffigura San Benedetto, immagine tratta da un dipinto del Perugino, conservato nella Pinacoteca Vaticana; il valore da 300 Lire mostra una veduta panoramica del restaurato Monastero. L’emissione celebra la proclamazione del Santo a Patrono d’Europa, da parte di Paolo VI nel corso della sua visita all’Abbazia ricostruita. (Fig. 6).
Vaticano – 21 Marzo 1980. Serie: “XV° Centenario della nascita di San Benedetto Patrono d’Europa”. La serie è costituita da 5 valori, tutti policromi, che raffigurano immagini tratte da codici monastici miniati. Sono raffigurati: “L’Abate Desiderio offre al Santo i codici” (80 Lire), “Il Santo scrive la Regola” (100 Lire), “Una pagina della Regola” (150 Lire), “La morte del Santo” (220 Lire) e “Veduta di Montecassino” (450 Lire) (Fig. 7).
San Marino, 27 Marzo 1980. Serie: “XV Centenario della nascita di San Benedetto Patrono d’Europa”. La serie è costituita da 1 unico valore policromo da 170 Lire, che raffigura una immagine di San Benedetto tratta da un affresco della Chiesa di Santa Scolastica a Norcia (Fig. 8).
Corpo Polacco. Le truppe polacche (II° Corpo d’Armata) di stanza in Italia al comando del Generale W. Anders erano dotate di propri uffici postali funzionanti secondo i regolamenti britannici che godevano di franchigia per cartoline e lettere ordinarie. I francobolli del Corpo Polacco, in valuta polacca (Groszy o Zloty) vennero emessi a scopo benefico, al fine di recuperare fondi a favore dei profughi polacchi ospitati nei campi di raccolta in Puglia. Del 1946 è una emissione di 4 valori “Vittorie polacche in Italia” della quale fa parte il francobollo da 45 Groszy (verde scuro) che celebra la Battaglia di Montecassino (11-18 Maggio 1944). Della stessa serie esistono, oltre allo standard dentellato, varianti non dentellate, dentellate e mal centrate, oltre che foglietti, che rappresentano rarità filateliche di tutto rispetto (Fig. 9).
Governo Polacco di Londra. Nel 1954 il Governo Polacco in esilio a Londra, in occasione del decennale della Battaglia di Montecassino, fece sovrastampare le rimanenze dei francobolli del Corpo Polacco con la dicitura: “Dziesieciolecie 1944-1954” per i valori della posta ordinaria e: “Poczta Lotnicza Montecassino 1944-1954” per la posta aerea (Fig. 10).

(206 Visualizzazioni)