Aquino ha ricordato la visita di Paolo VI e “La voce”


Print Friendly

.

Studi Cassinati, anno 2009, n. 4

Per iniziativa del Circolo San Tommaso d’Aquino, Aquino ha ricordato il 35° anniversario della visita di Papa Paolo VI del 14 settembre 1974 ed il 40.mo della nascita del mensile La Voce di Aquino (agosto 1969) pubblicato in occasione del VII centenario della morte di San Tommaso.
Il primo dei due eventi è stato rievocato presso la chiesa della Madonna della Libera sabato 7 novembre con la partecipazione di due ospiti d’eccezione, l’ex-governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, e il cardinale Renato Raffaele Martino, presidente emerito del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, i quali si sono intrattenuti sul tema “Etica ed economia. Prospettive per uno sviluppo umano integrale”, moderatore Samuele Sangalli, docente di Etica ed economia dell’Università di Roma “Luiss Guido Carli”.
Della Voce di Aquino, invece, si è parlato il giorno successivo in un incontro svoltosi presso la basilica-cattedrale presieduto da mons. Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della CEI ed al quale hanno partecipato il parroco, mons. Mario Milanese, e due dei co-fondatori del giornale, il dott. Costantino Jadecola e il prof. Giovanni D’Orefice che hanno ricordato quell’esperienza.
A conclusione dell’incontro è stato proiettato il video documentario “Dove, se non ad Aquino” di Enrico Falcone realizzato con materiale inedito conservato presso gli archivi della Radio Vaticana e dell’Osservatore Romano ed è stata quindi distribuita ai presenti una copia dell’edizione speciale della Voce di Aquino realizzata per il quarantesimo della fondazione da Costantino Jadecola.
Le due giornate, nel corso delle quali si è avuta anche la possibilità di poter fruire di uno speciale annullo di Poste italiane che ricordava la visita di Paolo VI, sono state entrambe introdotte dal dott. Tommaso Di Ruzza, presidente del Circolo San Tommaso d’Aquino.
Nell’occasione è stato anche “lanciato” il premio internazionale “Tommaso d’Aquino-Veritas et Amor”, onorificenza riservata a una personalità che sia stata a livello internazionale voce del pensiero cattolico nella cultura, nella politica e in altri campi ancora. Ad esso, inoltre, sono collegate due borse di 1.500 euro, nelle sezioni “cultura” e “arte”. Il comitato scientifico conferirà il premio “cultura” a “un giovane studioso che, nella propria disciplina, abbia attualizzato il pensiero di San Tommaso”; per il premio “arte”, invece, “giovani artisti saranno chiamati a cimentarsi con un tema legato alla figura di San Tommaso, e saranno premiati ogni anno ad Aquino”. A tutti gli artisti, compresi i non premiati, sarà offerta la possibilità di esporre la propria opera in una mostra itinerante che farà tappa nei luoghi di San Tommaso: Aquino, Roccasecca, Monte San Giovanni Campano e Fossanova.

(48 Visualizzazioni)